SBALOCHÌN

       

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

SBALOCHÌN

 

Anno_2015

Dimensioni_30x40 cm, h.65 cm – 30×80 cm, h.45 cm

Materiali_Acciaio

Prestazioni_Progettazione preliminare ed esecutiva, costruzione prototipo

 

Si flette, ma non si spezza. Questo “sgabello a dondolo” rappresenta una dei più limpidi esempi di Instant Design.
Esso è infatti composto da una singola lastra d’acciaio di forma rettangolare piegata quattro volte.
Esiste in due versioni, la panca, con seduta a 45 cm da terra e lo sgabello, con seduta a 65 cm da terra.
Sbalochìn ha la proprietà di flettersi leggermente nel momento in cui qualcuno vi si siede, evitando l’imbarazzante sensazione d’essere su un piedistallo che danno normalmente questo tipo di sedute.

Sbalochìn nasce anche dalla volontà di costruire un oggetto monomaterico.
Il materiale prescelto è l’acciaio al carbonio, comunemente detto ferro.
Pochi materiali in architettura posseggono la tensione vitale dell’acciaio grezzo.
Il leggero velo di calamina, ovvero lo strato di ossido che si forma sulla superficie dei prodotti siderurgici durante le lavorazioni a caldo, protegge una pelle che, come quella umana, è passibile di cambiamento.
Enorme è la differenza estetica che lo separa dall’acciaio inox, che è ripulito, perfetto e inscalfibile, come anche dall’acciaio corten la cui ruggine rappresenta uno stadio finale, quindi ugualmente statico.

Sbalochin è stato costruito in forma di prototipo presso il laboratorio interno di Unità di Produzione e successivamente fatto realizzare in più esemplari tramite pressa piegatrice industriale da un fabbro.

 

 

 

 

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedintumblrmail
BACK TO TOP