OPEN (UP) SPACE

       

006

 

 

 

 

 

 

 

 

003

 

 

 

 

 

 

 

 

015

 

 

 

 

 

 

 

016

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

OPEN (UP) SPACE

 

Localizzazione_Via Pescaria, Bergamo

Progetto_2011

Realizzazione_2012

Superficie_90 mq

Committente_privato

Prestazione_Progettazione preliminare, definitiva, esecutiva, direzione lavori

 

Questo progetto è la trasformazione di un’angusta zona giorno di un appartamento in un vasto ambiente pieno di luce e dettagli d’architettura.
In un’ottica d’ottimizzazione dei costi, si è deciso di limitare il più possibile i lavori murari per conservare risorse economiche da destinare alle finiture, vero volto di ogni intervento d’interni.

Abbattendo completamente il muro che separava la cucina dalla zona soggiorno si è potuto creare un unico grande open space dal doppio affaccio, una condizione dalla qualità spaziale di salubrità dell’ambiente indiscutibile.
Essendo presente nel muro abbattuto la cassetta del collettore idraulico del pavimento radiante, si è deciso di denudare tale collettore lasciandolo a vista. La scatoletta con i collegamenti elettrici che agiscono sulle testine elettrostatiche delle termovalvole è stata incassata nel pavimento, mentre un vetro fumè protegge da possibili inciampi, filtrando l’area preparazione della cucina dal resto della zona giorno.

La cucina, costruita su misura, viene risolta con due mobili contrapposti e incassati nelle murature.
Il lato cottura, trovandosi sempre in vista, è estremamente minimale: la piastra a induzione può essere nascosta tramite un tappo (con funzione di tagliere), il lavabo è in ceramica, il miscelatore in acciaio verniciato di bianco. Il frigorifero è ad incasso sottobanco.
Ancora più rarefazione formale è riservata alla parte superiore della cucina, dove un unico grande pannello con apertura a ribalta, quasi invisibile da chiuso, diviene, da aperto, la rivisitazione di una grande cappa a tiraggio naturale.
Il lato opposto della cucina presenta una fila di contenitori bassi sui quali poggia un tavolo d’acciaio e vetro fumè che sbalza in maniera scenografica.
Il tavolo è stato costruito saldando dei piatti di ferro, le gambe di sostegno e ancoraggio al muro sono completamente nascoste alla vista.

Anche nella zona soggiorno si è provveduto ad abbattere una tramezza che chiudeva la scala che scende in taverna. Operazione questa non meno importante per l’ottenimento di un ambiente spazialmente generoso.
La protezione della scala è stata poi risolta con una sorta di origami di pannelli lignei multistrato, laminati bianchi all’esterno, con lamina Carply antiscivolo all’interno.

Per il pavimento si è optato per la stesura di un sottilissimo strato di cemento-resina autolivellante.
Una tecnica estremamente veloce ed economica, ideale per ottimizzare la resa del pavimento radiante.

 

 

PIANTE-ITA

 

 

 

DIAGRAMMA

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedintumblrmail
BACK TO TOP